Pubblicato il 5 Febbraio 2020

A San Valentino gli uomini italiani spendono di più per l’amante che per la partner ufficiale

 

Il 13 febbraio gli italiani lo passano con l’amante, il giorno dopo con la moglie. Ecco quanto costa il San Valentino alternativo delle coppie clandestine.

 

Anche la relazione extraconiugale ha trovato il suo posto d’onore nel calendario: è il 13 febbraio, ovvero il Mistress Day, la ricorrenza dedicata alle coppie clandestine di tutto il mondo. Nato negli USA quasi per scherzo (qualcuno a New York notò un boom di fiori inviati e hotel prenotati proprio in quella data), il Mistress Day è ormai diventato il “San Valentino” ufficiale delle coppie ufficiose.

Se il 14 febbraio sarà infatti dedicato a mogli e fidanzate, il giorno immediatamente precedente – che quest’anno cade di un insospettabile giovedì feriale – sarà invece ad appannaggio esclusivo delle amiche speciali. Almeno per il 71% degli iscritti italiani alla piattaforma di incontri extraconiugali Gleeden, che troverà il modo di sparire dal radar per concedersi qualche momento tra le braccia dell’amante.

Ma quanto costa agli uomini italiani questa doppia ricorrenza? A quanto pare non è a buon mercato, anche se la maggioranza degli intervistati ha ammesso che risparmierà parecchio sul regalo per la moglie…

San Valentino vs Mistress Day: all’amante va il budget più alto, oltre 300€ tra regali e hotel di lusso

Secondo l’ultimissimo sondaggio di Gleeden*, a cui hanno risposto più di 3.000 utenti uomini, il costo medio per festeggiare il Mistress Day con la propria amante sarà intorno ai 300€, mentre il prezzo di un San Valentino con la consorte si aggirerà tra i 20€ e gli 80€.

La discriminante maggiore sarà il regalo: se la moglie riceverà pensierini intorno ai 20€ – un mazzo di fiori (65%), i cioccolatini (60%) e/o il profumo di rito (16%) – all’amante andranno invece doni da oltre 100€ come, lingerie sexy (63%), gioielli (26%), un weekend a sorpresa (32%), un massaggio alla spa (31%) se non addirittura un sex toy (17%). Più, ovviamente, un bouquet di fragranti rose rosse (93%)**.

E, se la moglie / fidanzata si aggiudica una cenetta al lume di candela, a casa (49%) o in un ristorante di bassa / media categoria (42%), all’amante spetta invece il dessert, ovvero momenti bollenti in una camera d’hotel, possibilmente di lusso vista l’occasione (72%). La differenza di prezzo è presto calcolata, con l’amante che si aggiudica la fetta più grossa del budget.

Il prezzo dell’infedeltà online

Più fortunati, almeno dal punto di vista finanziario, sono coloro che puntano a trovarsi un’amante virtuale, che per il momento sembra essere molto più economica di quella reale!

Meno di 50€ per trovare l’anima gemella su Gleeden nel giro di un mese: questo il costo dell’infedeltà online sul popolare sito per gli incontri extraconiugali, come rivela Sybil Shiddell, Country Manager Italia di Gleeden. «Sono oltre 1.5 milioni gli italiani che si sono iscritti a Gleeden per iniziare un’avventura virtuale, con una proporzione uomo-donna di 60 a 40. Un uomo, se si comporta in modo educato, gentile e rispettoso, ha ottime probabilità di trovare una compagna di giochi in meno di un mese, a volte anche nel giro di qualche settimana. Il 34% degli scambi su Gleeden, infatti, porta a un incontro nei 10 giorni successivi».

Ovviamente, una volta usciti dalla piattaforma, il prezzo dell’infedeltà potrebbe cambiare… Ma per quello c’è Mastercard!

 

*Sondaggio online condotto su Gleeden.com dal 27 gennaio al 3 febbraio 2020 su un campione di 3,136 uomini italiani iscritti al sito.
**Domanda con possibilità di risposta multipla.